skip to Main Content

A chi è dedicato L’arte de la mercatura?

L’arte de la mercatura nasce come podcast ispirato all’opera di Benedetto Cotrugli con la finalità di trasmettere gli importanti insegnamenti di uno dei primi libri di management al mondo in forma “romanzata” attraverso la formula del dialogo socratico per la migliore e più piacevole fruizione da parte di un pubblico appassionato di cultura, economia e management.
Benedetto Cotrugli, mercante vissuto nel Quattrocento, è una figura di quelle che rendono una volta di più il Rinascimento italiano uno dei periodi più fecondi nella storia della cultura mondiale. Questo non solo per aver delineato la partita doppia, come metodo di scrittura contabile, in anticipo, anche se non in modo così approfondito, rispetto a come illustrato dal frate matematico Luca Pacioli. Quanto per aver inscritto l’essere un mercante, un imprenditore, in una cornice fatta di valori, principi, dedizione.

Un’opportunità unica per l’immagine italiana. In Italia, già 600 anni fa, si parlava di business, di etica negli affari, di tecniche commerciali, di ricambio generazionale, di banche, di internazionalizzazione: un bel messaggio…che meriterebbe grande diffusione e che il formato podcast è in grado di veicolare in una modalità di fruizione piacevole e originale.
Il vantaggio del formato di “fiction podcast” permette di cogliere il trend di crescita internazionale del podcasting come “radio on demand” e di associare “il potere dell’immaginazione con la forza emotiva del cinema” oltre alla diffusione e notorietà di un’opera ancora ampiamente sconosciuta a un pubblico generalista e di elevato standing culturale, permettendo agli sponsor di associare il proprio marchio a un prodotto culturale unico e irripetibile.
Gli Sponsor, sensibili al progetto, hanno colto l’importanza di avere contribuito alla diffusione di un autore del quale dobbiamo essere orgogliosi: di fatto, consci ed fieri di dare un contributo utile al rilancio del nostro Paese e della nostra cultura.

Il progetto del podcast “L’arte de la mercatura” si fa forte di alcune virtuose esperienze che hanno permesso in Italia di intendere, a pieno titolo, il podcasting come strumento privilegiato per l’intrattenimento culturale.
Già altissimi pensatori, come Walter Benjamin o Bertold Brecht, declinarono in forma radiofonica o radio drammatica le loro opere, sorprendendosi della validità del mezzo per la capacità di trasmettere conoscenza ad alto impatto emotivo.

Negli ultimi dieci anni, quello che in Italia era concepito poco più che come un surrogato della lettura ad uso dei non vedenti, è diventato un accompagnamento costante per un numero crescente di uomini e donne di tutte le estrazioni sociali e culturali, agevolato anche dall’altissimo tasso di mobilità urbana ed extraurbana che ne agevola il consumo.
Benedetto Cotrugli, mercante vissuto nel Quattrocento, è una figura di quelle che rendono una volta di più il Rinascimento italiano uno dei periodi più fecondi nella storia della cultura mondiale. Questo non solo per aver delineato la partita doppia, come metodo di scrittura contabile, in anticipo, anche se non in modo così approfondito, rispetto a come illustrato dal frate matematico Luca Pacioli. Quanto per aver inscritto l’essere un mercante, un imprenditore, in una cornice fatta di valori, principi, dedizione.
Dopo circa sette anni di lavoro e ricerche (e significativi investimenti condotti dalla Università di Cà Foscari) si è giunti nel 2017 alla pubblicazione dell’importante lavoro coordinato dal Prof. Carlo Carraro – già rettore della citata Università – riguardante la prima traduzione in inglese del manoscritto di Bendetto Cotrugli intitolato  “Libro dell’arte di mercatura”, scritto nel 1458 e considerato uno dei primissimi testi di “business” della storia, se non, come sostengono alcuni (università di Parigi)  il primo (definendolo addirittura il fondatore delle discipline economico aziendali).

Il libro è un vero e proprio gioiello nascosto della nostra cultura in quanto tratta – oltre che di “tecnica commerciale” (come anticipato, è stato il primo a descrivere la partita doppia, prima di Pacioli), anche – e soprattutto – di molti aspetti (attualissimi) di tipo etico (di business), politico, culturale, personale e familiare, ed è oggi per la prima volta disponibile al mercato internazionale in quanto mai tradotto prima in inglese. La casa editrice è anche di grande prestigio: Palgrave McMillan.
Grazie all’aiuto del Prof. Dante Roscini di Harvard, che ha da subito supportato il progetto, l’introduzione è del Prof. Niall Ferguson, definito dal  Financial Times come “the most brilliant historian of his generation” che nel suo libro  intitolato “The Square and the Tower”, dedica  un intero capitolo  intitolato – The Art of the Renaissance Deal dedicato allo “sconosciuto” (ai più, fino ad oggi)  Benedetto Cotrugli (il capitolo 13).
Data la notevole rilevanza “storica” dell’evento, sempre grazie al Prof. Roscini, il 23 ottobre 2017 il progetto è stato ufficialmente presentato ad Harvard alla comunità scientifica della Business School e del dipartimento di storia (si veda articolo di Harvard Knowledge pubblicato su Forbes).
Da menzionare anche  l’articolo che il Corriere della Sera  ha dedicato all’evento di presentazione del libro, scritto dal Vice-Direttore, Daniele Manca e l’introduzione della versione in francese (L’Harmattan: Ecole de Gestion).

Una bella cosa per l’Italia e per la nostra immagine. In Italia, già 600 anni fa, si parlava di business, di etica negli affari, di tecniche commerciali, di ricambio generazionale, di banche, di internazionalizzazione: un bel messaggio…che meriterebbe grande diffusione e che il formato podcast è in grado di veicolare in una modalità di fruizione piacevole e originale.
Il manoscritto di Cotrugli presenta un timbro molto confidenziale con il lettore che ben si presta alla recitazione radiofonica. Il trattato presenta elementi di modernità davvero sorprendenti che la lontananza temporale dell’autore rende, paradossalmente, ancora più validi e universali.
Il trattato è oggetto di una italianizzazione del volgare, estremamente rispettosa della concezione originaria del testo e che, nella traslazione, preservi le gemme linguistiche dell’italiano arcaico.
Il podcast ispirato in forma originale al “Libro de l’arte de la mercatura” è diviso in 4 episodi brevi (di circa 20 minuti l’uno) che ne approfondiscono gli elementi più interessanti per l’ascoltatore contemporaneo, andando a selezionare quindi i passaggi e fondendone altri. L’ascolto è finalizzato a restituire quindi lo spirito essenziale dell’opera originale, rimanendo quanto più essenzialmente fedele e limitando le invenzioni drammaturgiche a ciò che già lo stesso Cotrugli suggerisce.
L’elemento ulteriore è l’arrangiamento musicale originale che, evitando didascalismi, darà profondità all’ascolto, inserendo la parola in una trama di suoni, effetti acustici e composizioni che sia un omaggio al quattrocento e alle fiorenti corti e città italiane in cui l’arte della mercatura cresceva e si affermava già da più di un secolo.
La divisione in puntate autoconclusive (sulla scorta dei capitoli), permetterà all’ascoltatore, qualora la preferisse, una fruizione parcellizzata del podcast in piena concentrazione e con la massima soddisfazione. In prospettiva, è prevista anche la versione in lingua inglese del podcast, per una più ampia diffusione internazionale.

Ascoltalo su:

Hai commenti, suggerimenti o vuoi collaborare con noi?

    Zero IN – Sharing Knowledge S.r.l.
    Società Benefit
    Sede legale:
    Via Pietro Tacchini 32,
    CAP 00197 Roma
    P.Iva 16579001005

    Seguici sui social